Impronte umane fossili

.

L'IMPRONTA DI MANO

.

TRILOBITI  E  IMPRONTE DI SCARPE 

Il trilobite, evidenziato all'interno del cerchio rosso, con l'evidente impronta della scarpa.

.

.

IMPRONTA DI PIEDE DI 100 MILIONI DI ANNI FA, 
IN MEZZO AD IMPRONTE DI DINOSAURI

L'impronta di Burdick apparterrebbe da un essere umano alto oltre 2 metri e 10 cm, che conviveva con i dinosauri.

 

BURDICK lo scopritore della prima impronta. 

.

BY: ANTONIO  

.

Questa foto mostra l’impronta di una mano umana trovata in una roccia risalente al periodo Cretaceo, nello stesso strato con le impronte dei piedi dei dinosauri di Glen Rose.   L’impronta fossile della mano sinistra è così precisa che mostra l’effetto delle impronte digitali, l’impronta del tessuto connettivo tra il dito pollice ed il dito indice, e l’impronta profonda dovuta alla penetrazione del dito medio nel fango.

.

.

.

.

.

La più vecchia impronta di piede finora trovata  fu scoperta nel giugno 1968 da William J. Meister in una spedizione ad Antilope Spring, 43 miglia da ovest di Delta, Utah.  Era accompagnato da sua moglie e due figlie, e da Mr. e Mrs. Francis Shape  e le loro due figlie.  Durante la campagna di scavo scoprirono diversi fossili di trilobiti, quando Meister, aprendo una spessa lastra di circa due pollici  di roccia, con il suo martello, scoprì l’impronta. La roccia si aprì come un libro, rivelando su una parte l’impronta di un piede umano, con un trilobite nella stessa impronta destra. L’altra metà della lastra di roccia mostrò un altro perfetto modello dell’impronta del piede e del fossile. Con sorpresa, l’impronta umana indossava un sandalo!   Il sandalo, che sembrava aver schiacciato un trilobite vivente, era lungo 26,03 cm  e largo 8,9 cm; il calcagno era intagliato più leggermente della suola, come dovrebbe essere l’impronta di una calzatura umana.  The Meister Sandal Track, è un altro pezzo forte dell’evidenza che la teoria dell’evoluzione promossa nelle scuole attraverso gli stati ed il mondo, non incoraggia la “verità” ma invece mostra che è un fallimento la base stessa della teoria.

 .

 .

.

The Burdick Trak, è un’impronta di piede umano, nel limo del cretaceo, trovato nello strato del Cross Branch, un affluente del Paluxy River in Glen Rose ,Texas. Esso è stato al centro di controversie per la perfezione della figura, ed è stato considerato da alcuni come fosse un intaglio. Nel 1990 il direttore Carl Baugh e il geologo Don Patton fecero una ricerca a largo raggio per verificarne l’autenticità.

Fin dalla rimozione dell’impronta dal fiume molti anni fa, doveva essere trovato il sito originario. Questo venne ricercato prendendo come indizio la struttura morfologica e della composizione minerale originale.  Dopo molti giorni di ricerca uno strato di Cross Branch fu messo in rilievo e apparve come la "matrice" (colore corteccia avorio, grana fine, con incluso calciti cristalline). Un esperto gioielliere tagliò una sottile porzione sia dallo strato  Della Burdick Track che dal Cross Branch.  Cordell Van Huse, esperto gioielliere di Dallas, fece la sezione dell’ impronta. Attraverso la sezione del calcagno, rilevò la struttura della roccia intorno al contorno del calcagno. Attraverso la sezione dell’area del dito del piede si mostra  chiaramente le linee di pressione intorno al contorno delle linee del dito.  Questa traccia può non essere stata intagliata e ancora contiene queste fattezze. The Burdick Track è larga16,5 cm e lunga 35,5 cm. Queste dimensioni  non sono in contraddizione con quegli individui che abitualmente vanno a piedi scalzi. La lunghezza dell’impronta indicherebbe che la persona potrebbe essere stata alta 2,13 metri.

Lo staff del Creation Evidence Museum ha scoperto più di 80 impronte di piedi umani “in situ" tra le impronte dei piedi di dinosauri sul Paluxy River. L’impronta di Burdick, trovata molti anni fa, è un esempio originario.

 

© 2000-2002 Novatec s.r.l. - tutti i diritti riservati -  36075.it/NOVA3.com il sito della gente di Montecchio Magg. (Vicenza) e dintorni.