Come ottimizzare
Internet

 

il testo è stato prelevato dal sito   http://www.studionet.it/mori/varie/ottimiz.htm;   i link ed i programmi consigliati non sono stati testati

 

Il lamento generale degli utilizzatori di Internet è la lentezza di accesso e il tempo perso davanti allo schermo in attesa di caricare pagine che "si piantano".

I problemi derivano spesso dalla qualità dei collegamenti offerti dai providers e dal sovraccarico delle linee telefoniche, ma dei miglioramenti consistenti si possono ottenere migliorando le impostazioni del proprio computer ed eliminando strozzature.

Nell'uso di Internet occorre ricordare che vi sono ore di affollamento delle linee ed ore in cui la maggior parte della popolazione mondiale dorme: il periodo da evitare va dalle 18 all'una di notte (ore in cui si collegano l'Europa centrale e le due coste degli Stati Uniti; le ore migliori vanno dalle quattro alle 13 del mattino; quindi chi si alza presto, tra le sei e le otto, può fare i migliori collegamenti. Il periodo dalle 13 alle 18 è mediocre. Nei giorni festivi, in cui è scarso il traffico commerciale, il periodo migliore va dalle 7 del mattino alle 18.

Ecco alcuni consigli pratici per ottenere qualche miglioramento.

Modem
Per chi non ha un collegamento ISDN, usare preferibilmente un modem a 56.000 b/s, compatibile con il nuovo standard V.90, dopo aver accertato che il proprio provider si è adeguato al nuovo standard.
Nel Pannello di controllo - modem - generale - proprietà, impostare sempre la velocità massima di 115200 b/s.
È opportuno controllare che la porta COM a cui viene collegato il modem sia munita di Chip UART-16550; talvolta esso è solo sulla porta del maus e converrebbe scambiare le porte. I computer recenti non hanno questo problema.

Computer
La frequenza del processore non ha molta importanza, ma è del tutto opportuno disporre di 64 MB di memoria RAM.

Per migliorare l'accesso ai dati è opportuno configurare il computer come server; da Pannello di controllo - sistema - prestazioni - file system, scegliere alla voce "utilizzo tipico" quella di Server di rete.

Disponendo della RAM necessaria è opportuno creare un HD virtuale da utilizzare per la cache del browser. Se non si è esperti si può ricorrere al programma shareware VRAMDIR reperibile all'indirizzo

http://accessone.com/~virtual/vramdir.htm

Controllare infine che in Windows/System sia aggiornato il driver Vtcp.386 che dovrebbe essere della versione 4.00.954 o superiore. Il file aggiornato può essere recuperato da ogni computer con un nuovo Windows oppure all'indirizzo
http://support.microsoft.com/download/support/mslfiles/vtcpupd.exe

ATTENZIONE: l'operazione può creare dei problemi a Windows; è opportuno conservare il vecchio file e avere a portata di mano il dischetto di ripristino per poter entrare nel DOS e ripristinare il vecchio file!
Meglio sarebbe installare una versione più aggiornata di Windows.

Accesso remoto
Se possibile installare sempre le ultime versioni dei driver.

Nel configurare l'accesso al provider tramite accesso remoto (Accesso remoto - Generale - Tipi di server) è controproducente selezionare opzioni che non servono. È sufficiente selezionare le voci Attiva compressione software e TCP/IP.

Dopo aver fatto ciò sarebbe necessario ottimizzare i valori del c.d. Winsock e in particolare del MTU (Maximum Transmission Unit), ma non è il caso di avventurarsi in modifiche del file di registro tramite regedit.
È sicuramente preferibile ricorrere a programmi che consentono di procedere per tentativi.

Il migliore è MTUSpeed.exe, shareware, reperibile agli indirizzi

http://www.download.com/

oppure

http://www.mjs.u-net.com/

Analogo programma è TweakDUN, shareware, reperibile all'indirizzo

http://pattersondesigns.com/

Se qualcuno poi non si fida del proprio provider e vuol controllarne le prestazioni, può ricorrere al programma Net.Medic all'indirizzo indicato più avanti.

Browser
È necessario far sì che anche il browser funzioni al meglio. Nelle impostazioni della cache è opportuno riservare uno spazio di 10 MB sullo HD o, meglio ancora, nella Cache-RAM.

Se non si ha necessità di partire ogni volta da una determinata pagina si può non impostare alcuna pagina di partenza oppure impostare una propria pagina di link che il computer legge direttamente, senza dover attendere che venga effettuato il collegamento al sito e scaricata la prima pagina.

Per effettuare ricerche rapide su molti siti è del tutto opportuno disabilitare il caricamento delle immagini. Il testo che si riceve rapidamente può essere più che sufficiente per capire se il sito ci interessa e le singole immagini possono essere viste cliccando con il tasto destro del maus sullo spazio loro destinato.

È consigliabile attivare l'opzione per i proxies se il nostro provider fornisce tale servizio. Con i proxies le pagine scaricate vengono conservate per un certo tempo nella cache del server del provider e possono essere richiamate in modo molto rapido; se poi sorge il dubbio che nel frattempo esse possano essere state aggiornate, è sufficiente ricaricare la pagina.

Un sistema per velocizzare la lettura delle pagine è quello di aprire contemporaneamente più finestre, in modo che mentre una viene letta, un'altra viene caricata.

Una poco usata alternativa alla ricerca diretta, è quella di usare un browser Offline il quale scarica un intero sito o un gran numero di pagine nel nostro computer, anche quando stiamo facendo altre cose, e poi, a modem spento, si può navigare in esse come se si fosse collegati. Chi volesse sperimentarne l'utilità, può iniziare con il programma shareware TeleportPro, reperibile all'indirizzo

http://www.tenmax.com/

Vengono reclamizzati degli "acceleratori" di Internet che, in genere, si limitano a collegarsi ai links contenuti in una pagina, mentre questa viene letta oppure a scaricare altre pagine di un sito mentre viene letta la prima. I vantaggi sono molto limitati.

Una fonte di rallentamento è dovuta spesso al tempo occorrente al sistema Internet per individuare l'indirizzo DSN numerico (Indirizzo IP) corrispondente allo URL in lettere che noi abbiamo digitato (sono i secondi che trascorrono da quando digitiamo uno URL inesistente fino alla comparsa del relativo messaggio di errore). E' possibile realizzare nel nostro computer una DNS (Domain Name Server) locale in cui conservare gli indirizzi numerici da inoltrare; conviene memorizzare tutti gli indirizzi inseriti nel bookmark o fra gli indirizzi preferiti. Gli indirizzi vengono conservati in un file HOSTS che è preferibile gestire con programmi shareware quali Fastnet reperibile al sito
Volftp.tin.it
ove si possono reperire molti altri programmi utili, (però non sempre si tratta dell'ultima versione!)
oppure con il programma

 

NetLightening v1.1.5 (1707 kB), utile anche per gestire le modifiche allo MTU.

Chi infine volesse conoscere tutte le possibilità e tutti i limiti del proprio browser (tipi di immagini leggibili, suoni eseguibili, applets, Java, ActiveX, ecc.) trova un test completo, da eseguire in linea, all'indirizzo

http://browsertune.com/

Se proprio non siete contenti del vostro browser, potete trovare l'elenco di tutti i browser disponibli, a pagamento o gratis, all'indirizzo

http://browserwatch.internet.com/browsers/browsers-win.html

E-Mail
Sovente chi riceve molta posta elettronica si trova il computer bloccato perché sta scaricando dei files lunghissimi che poi si rivelano privi di interesse. L'unica soluzione a questo problema è di usare un programa che consenta di vedere direttamente sul server del provider quali messaggi ci interssano e di cancellare, senza scaricarli, quelli pubblicitari o inutili.
Un ottimo programma freeware è Avirmail che si può trovare all'indirizzo

http://www.avir.ch/ - Avirmail

con tutte le istruzioni.
Richiede di avere in windows\system la libreria vbrunn500, scaricabile dallo stesso sito.
Caricato il programma, compare sulla barra di commando un segno rosso; cliccando con il tasto destro del maus si apre una finestra da cui si fa la configurazione; un po' complicata ma in dieci minuti chi è un po' pratico arriva in porto. Il programma funziona a tempo, impostabile, oppure a comando manuale. Esso lancia il browser o il nostro programma di e-mail, e va a controllare la posta in arrivo. Nella finestra fa l'elenco della posta trovata e cliccando sul nome del mittente si leggono le prime 10 righe (o 20 o 30 a secondo dell'impostazione) del messaggio. Quelli che non sono graditi si segnano cliccando sul rispettivo numero e poi possono essere cancellati direttamente dal server.

Download
Il trasferimento di files molto lunghi sul nostro computer può essere molto impegnativo e bloccarci Internet per un bel po' di tempo. Può essere utile servirsi di un programma che consenta di interrompere lo scaricamento e di riprenderlo in un momento più opportuno, dal punto in cui era rimasto. Esso inoltre ci eviterà di dover ricominciare da capo ogni volta che il collegamento si interrompe. Un ottimo programma è Getright reperibile all'indirizzo

http://www.headlightsw.com/buy.html - Getright

oppure presso uno dei siti che forniscono shareware come:

http://www.download.com/

Altro ottimo programma, freeware è GoZilla, anch'esso scaricabile dallo stesso sito.

Un'altra soluzione è quella di far capo al sito

http://www.downloadslave.com/ - URLRequester

che offre il seguente servizio: si ordina di eseguire il download del file sul suo computer e poi da questo il file viene trasmesso al nostro indirizzo come allegato ad un messaggio di posta elettronica; siccome il collegamento alla nostra casella di posta è diretto, la velocità di trasferimento dei dati sarà quella massima.

Talvolta si può avere la curiosità di sapere in anticipo quale sarà la velocità di trasferimento dei dati da un certo server e, se ci viene offerta la possibilità di scaricare dati da più siti, è interessante determinare in anticipo quello che in quel momento ha le migliori prestazioni. Ottimo programma freeware è Dipstick (versione 2.52) che misura lo RTP (Round Trip Time), anch'esso scaricabile da

http://www.download.com/

Un programma commerciale che consente il monitoraggio dei collegamenti modem e delle prestazioni del provider è NetMedic la cui versione di prova, funzionante per un mese, si può scaricare (circa un mega) da

http://www.vitalsigns.com/netmedic

Un interessante programma shareware, scritto da un italiano, e che consente di controllare la velocità di scaricamento dei dati, è IsP Speed 98 scaricabile (circa 2,6 mega) da

http://geocities.com/siliconvalley/7409

Infine, del tutto consigliabile, il programma Internet Maniac piccolo (350 Kb), ma ricco di tools, recuperabile nel sito dell'autore

http://www.csee.usf.edu/~birla

Ricerche nel Web

Per risparmiare tempo occorre sfruttare al meglio i motori di ricerca. Se si usano più motori è facile trovarsi con infiniti doppioni senza un quadro preciso dei risultati.
A questo inconveniente rimedia un ottimo programma, assolutamente consigliabile, che esegue la ricerca da noi voluta su ben 12 tra i migliori motori di ricerca e ci presenta poi il risultato, elencando i siti in ordine di importanza ed eliminando i doppioni. Consente inoltre di scaricare pagine con le relative immagini.
Il programma è freeware ma chi vuole può comperare la versione commerciale che esegue la ricerca con un maggior numero di motori ed anche per categorie. Numerose sono le altre utilities offerte.
Il programma (2,4 Mega) può essere scaricato dal sito Copernic99
oppure dai soliti fornitori di programmi shareware.